Review: Quasi amici (2011)

Tratto da una storia vera, Quasi amici racconta di un paralitco e del suo badante che, per l’appunto, diventa un amico: il titolo è errato, perchè nasce una vera e propria amicizia. In questa storia si fondono due ceti sociali in una perfetta armonia che porta a compensare le due parti: l’una impara dall’altra.

Il ricco paralitico che fin’ora era rimasto chiuso nel mondo opaco dell’alta borghesia scopre un lato umano -a volte-, forse, grottesco, ma contornato da una sana allegria fatta di veri sorrisi. E poi il badante, che conosce un mondo tutto nuovo scoprendo un lato culturale fin’ora a lui sconosciuto.

Come dicevo prima, un connubio armonioso che dalla realtà viene ben adattato al grande schermo come commedia. Una commedia fatta di emozioni da cui imaprare qualcosa, ma dove non mancano ironia e sarcasmo. Della figura del badante -co-protagonista- potrebbe pensarsi che ad un certo punto diventi l’uomo del “risolvo tutto io” come in qualche commedia americana infinitamente scontata, ma invece ogni comportamento di esso si adatta bene alla storia: in quest’ultima non ci sono momenti scontati o facilemente prevedibili. Un film per tutti, dalla buona regia e tecnicamente esatto.

voto: 8

Annunci

Da oggi in Sala: Gli imperdibili… e gli evitabili!

Se la scorsa settimana il film da non perdere in sala è stato, il drammatico, Paradiso Amaro, pieno di nomination ai prossimi  Oscar, che si terranno proprio questa settimana; oggi arriva nelle sala un film italiano trapiantato negli USA! Mi riferisco a Un giorno questo dolore ti sarà utile, assolutamente tra gli imperdibili, ma non solo, la scelta di questa settimana sarà molto ricca anche ti validi titoli al di fuori del dramma, eccoli qui per voi:

Gli Imperdibili

Un giorno questo dolore ti sarà utile, dramma diretto dal regista italiano Roberto Faenza, dal cast stellare, (la giovane star di True Blood) Deborah Ann Woll, Stephen Lang, Lucy Liu, Aubrey Plaza (da Parks & Recreation), l’immensa Ellen Burstyn e un’inedito Peter Gallagher e la splendida Marcia Gay Harden. Tessono un dramma familiare, moderno, tutto intorno all’esordiente Toby Regbo. Un dramma ironico e originale da non perdere, meglio non svelare di più!

Hysteria, l’originale commedia all’inglese sull’invenzione del vibratore, Knockout – resa dei conti, spy action movie con un trio di star quali sono Michael Fassbender, Ewan McGregor e Antonio Banderas alle prese con una sottospecie di nuova Nikita. E poi gli amanti della natura e del naturalismo non possono perdersi una sorprendente storia di un salvataggio, tra i ghiacci, in Qualcosa di Straordinario, con una Drew Barrymore alle prese con la vita di un gruppo di balene! Ed ancora, anche fuori dal made in usa, una commedia strappalacrime francese, Quasi Amici, solo se non avete proprio nulla da ritrovare negli altri titolo! Ma ancora dal suolo francese arriva un road movie dal titolo Thelma, Louise e Chantal; ogni citazione è puramente casuale, film che magari potrebbe riservare una sorpresa, o forse no. Se film come Quasi Amici e Thelma, Louise e Chantal, di mia opinione potrebbero benissimo anche essere messi tra gli evitabili, ma non entrano in quella categoria perché forse qualcosa potrebbe salvarsi, potrebbe anche essere una sorpresa un film italianissimo come La scomparsa di Patò, adattamento del romanzo di Andrea Camilleri.

L’unico assolutamente evitabile questa settimana è Viaggio nell’isola misteriosa, un pop corn movie, che vuole essere per famiglie, ma risulta un film votato al 3D con terribili forzature grafiche, senza arte ne parte, qualcosa di già visto, di scontato e di evitabile!