Cinefree: Questo non è un film (2011)

…Questa è la verità: continua così -come sottotitolo- il titolo di questo interessante documentario. Quest’ultimo è un viaggio “underground” nell’odierna Napoli, testimone e teatro di svariate realtà appartenenti ad altrettanti ceti sociali.

Come pretesto strutturale narrativo sono stati scelti dei soggetti per interpretare dei (falsi) registi che raccontano il film che vorrebbero realizzare, ma in verità è lo specchio della realtà che il documentario poi rappresenta. Un iter interessante che comincia da un centro di accoglienza per gente povera e barboni; il quartiere di Scampia e le sue difficoltà; il popolo rom aiutato da quello napoletano; e infine le storie di vittime innocenti della criminalità organizzata. Storie da cui scaturisce una pesante e dovuta riflessione che, si spera, riesca a far riattivare i neuroni assopiti di qualcuno e di tutti!

Cinefree: L’ultimo luogo comune (2012)

Errore fotografico ed inconscio tecnologico indagati attraverso una serie di domande poste ad alcune donne straniere (perlopiù fotografe occasionali) che si esprimono nelle loro rispettive lingue.

“Noi facciamo fotografie per allontanare le cose, i luoghi e le persone dalla nostra memoria.”

Un’interessante indagine sul mondo della fotografia e delle sue sfumature, visto nella maggiore da un punto di vista femminile, ma soprattutto pop. Altra caratteristica che rende ancor piu interessante tale ricerca, sta nel fatto che tutte le donne intervistate sono straniere di diversi paesi e nazioni. Quindi, tra varietà di lessico e indagine esistenzial-fotografica, sono sicuro che la proiezione non deluderà.

Il film di Canecapovolto verrà proiettato oggi a Catania, alle 22:30, al cinema King.

Cinefree: Piero Guccione, verso l’infinito (2011)

Settimana piena di eventi cinematografici per Catania. Il 15 Febbraio vi è stata l’anteprima siciliana del docu-film su Piero Guccione, pittore siciliano nato nel 1935, ormai di grande fama e ancora in vita. Il film, del regista Nunzio Nifosì, documenta la storia della vita e della poetica del pittore.

Ecco qui una parte del film


La pellicola si struttura su una serie di interviste a critici d’arte, artisti (tra cui la moglie di Guccione, Sonia Alvarez) e Guccione stesso. Il film, grazie ad un ottima fotografia accompagnata da una buona regia e un buon montaggio, riesce ad essere chiaro e a far comprendere per bene la poetica del pittore a chi non lo conosceva. Non da meno la colonna sonora che è una delle colonne portanti del docu-film, con le musiche di Franco Battiato e Giovanni Sollima che, nel complesso, hanno dato un tocco di magia.

voto: 8

Cinefree: Italy love it or leave it (2011)

Grazie all’evento di un cinema locale della città in cui vivo, sono venuto a conoscenza del docu-film Italy love it or leave it. Il film è diretto e interpretato da due giornalisti, Gustav Hofer e Luca Ragazzi, che vivono a Roma. Questi ultimi, però, vengono sfrattati dalla loro casa, così uno dei due pensa che questa è l’occasione buona per andarsene da questo paese in decadenza governato da vecchi; ma l’altro non ne vuole sapere e ritiene che fuggire non serve a nulla, e per far cambiare idea al suo compagno (compagno anche di fatto) decide di fargli fare un piccolo tour di sei mesi in giro per l’Italia a mostrargli le cose positive per cui bisogna restarvi. Il film -quindi- si basa sulla scelta o meno del restare in Italia, terra natia. Che cosa offre l’Italia a 360°.
La pellicola, nonostante i due giornalisti non vogliono essere definiti dei registi, si presenta ben strutturata sia nel montaggio, sia nella narrazione e sia dal punto di visto della grammatica cinematografica, perchè non manca una buona fotografia. Inoltre l’interpretazione della giovane coppia di giornalisti non è niente male, e volgarmente la definerei simpatica.

Nel film si affrontanno diverse tematiche con le loro implicite problematiche, raccontando un pò i lati negativi e positivi della nostra nazione; il tutto racchiuso in due semplici domande: che fututo ha da darmi l’Italia? Mi conviene rimanere qua? Guardate il film e scoprirete e imparerete svariate cose che potranno influire nel vostro modo di pensare o nella fatidica scelta del restare o meno nel proprio paese dopo la laurea o anche prima.

voto: 9