Review: Prometheus (2012)

Un fan della serie arrivato in sala per quello che è stato annunciato come il prequel di Alien, girato dal mitico regista del primo capitolo potrebbe restare un po’ deluso. Per chi ha visto il primo Alien, le vicende del film si svolgono poco prima di quel capitolo, ed il Prometheus, la nave spaziale protagonista di questo film, sarà la nave che l’equipaggio del primo capitolo andrà in missione a cercare.

Il film si distacca non poco dalla saga e gli straordinari effetti con numerose idee e spunti non bastano a colmare una sceneggiatura estremamente annacquata che esprime un unico concetto. La straordinaria capacità del primo capitolo di Alien era l’evocazione di un’atmosfera claustrofobica, oscura e a tratti snervante; con Prometheus invece questo tratto viene purtroppo perso, ma Scott sprigiona una grande vena immaginifica, come ho già scritto prima, esistono numerosi spunti e idee davvero originali. La realizzazione delle scenografie, dei costumi e della “vita aliena” nel film, è davvero stupefacente. Ma giusto per sottolineare l’ultima voce del precedente elenco, è proprio la componente aliena a scarseggiare, Prometheus si concentra sull’idea di spiegare il significato della vita nuocendo alla componente che tutti i fan della saga hanno sempre amato, gli alien.

In ogni caso Prometheus risulta uno splendido Sci-Fi, e non mancano le citazioni del primo capolavoro di Ridley Scott. Il punto di forza del film sta proprio nell’idea della creazione della specie umana e non solo, stare qui a svelarvelo vorrebbe dire rovinare il processo di apprendimento del film. Infine un Michael Fassbender spettacolare, nel ruolo del robot tipico della serie di Alien, Noomi Rapace è una protagonista fantastica, a mio avviso perfetta erede di Sigourney Weaver. Un film da vedere per tutti i fan di Alien che magari potrebbero storcere un po’ il naso, e consigliato soprattutto ai profani, una pellicola di fantascienza di questo livello solo il buon Ridley Scott poteva regalarcela… Scene del film preferite: La scena iniziale “della creazione” assolutamente stupefacente, e l’operazione d’emergenza di Noomi, il fascino dello splatter è irresistibile.

voto: 8

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...